Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Dritti alle DROITES (4000 m) con bivacco

Dritti alle DROITES (4000 m) con bivacco 06/08/2012 11:38 #1119


In rosso la salita del venerdì, in magenta il posto da bivacco, in verde la salita alla vetta e in blu la discesa. Foto molto più secca di adesso, presa da SummitPost



L’approccio per questa montagna stavolta è differente. Dopo essersela lasciata sfuggire da nord per le condizioni “mai buone”, dopo essersela lasciata sfuggire con approccio sciistico a fine marzo (là per la Jardin) stavolta si decide per un “dritto” da valle. Le previsioni danno un venerdì buono senza temporali serali/notturni; sabato ottimo la mattina, temporalesco il pomeriggio. Partiamo quindi con materiale da bivacco dalla stazione di Montenvers decisi a salire fin dove le fatiche e le condizioni lo consentono, per avere vantaggio sul mattino seguente. Con me Ale, per la sua prima volta nel bacino del Talèfre. Il suo zaino è pauroso, ma non mollerà un attimo. Giunti direttamente sul bacino del ghiacciaio dopo la ripida, ormai arcinota, ferrata, molto più comodo che salire al rifugio Couvercle, dei nuvoloni si accalcano sulle montagne. Conosciamo le previsioni, ma non possono che preoccuparci. Sotto il pendio del Col des Droites l’itinerario è evidente e pare molto meno roccioso di quel che pensassimo. Proseguiamo sempre con calma, facendo diverse pause per bere e mangiare. Quando cominciamo a salire su neve, come da programma non fa più caldo e la progressione procede bene. Unica cosa siamo immersi nella nebbia. Solo verso il tramonto tutto si apre alle spalle regalandoci emozioni inimmaginabili. La luna piena illumina la nostra via. Dalla neve passiamo alla roccia e al misto per superare un salto di misto divertente. Ultimi pendii ripidi (50°) e troviamo un gruppo di sassi nella neve che fa al caso nostro. Ci ancoriamo ed eccoci nei sacchi con le stelle a darci la buona notte. L’indomani, nonostante una brezza leggermente fastidiosa, dormo talmente profondamente da non sentire la sveglia e solo Ale mi desta avvisandomi che è già chiaro… Cavolo si stava così bene ;-) Pronti-via! Un the caldo e delle barrette e siam in movimento: poca neve ed eccoci sulla fascia rocciosa. Arriva il sole dal lato delle Courtes: che giornata! Inizialmente su rocce instabili, poi via via che si sale su bei blocconi di ottimo granito con passaggi a volte leggermente atletici guadagnamo metri, un po’ in conserva, un po’ a tiri. Il ghiaccio residuo regala comunque anche dei passaggi di misto da affrontare con due picozze. Giunti al pendio sommitale siam diretti alla vetta con grande soddisfazione. Le nuvole sono arrivate, ma non destano ancora preoccupazione. La temperatura è tutt’altro che tropicale, alla faccia di Nerone… Scendiamo ora sul versante SW con la serie di doppie che si usano venendo dal Lagarde in primavera. Il primo tratto non è comodissimo (doppie non sempre regolari e dubbi sulla posizione degli ancoraggi), ma poi ci velocizziamo e il tutto assume un buon ritmo. Verso la base del canale un paio di scariche dall’alto ci fanno capire che è ora di svignarsela. Del resto il versante delle Courtes, come testimoniato da Roby, non era tanto più sicuro. Superata la crepaccia con un bel salto, proseguiamo nel dedalo di crepacci del ghiacciaio di Talèfre. Quando siam sulla morena però si scatena il temporale annunciato che vedevamo provenire dal Bianco. Sotto un sasso attendiamo che diminuisca. Scendere dalla ferrata con questi temporali che si susseguono ci sembra una cosa stupida e quantomeno pericolosa. Optiamo quindi per la notte al Couvercle. L’indomani, comunque sotto l’acqua, scendiamo sulla Mer de Glace costatando il graduale innevamento delle alte cime per queste fredde perturbazioni.
Una gran bella salita con un grande socio dimostratosi all’altezza delle situazioni. Come dice qualcuno il 4000 più basso, ma non per questo il più facile…

Ma ecco le foto:

Il Col des Jorasses col travagliato ghiacciaio di Leschaux e Calotte e Dome de Rochefort

Sul ghiacciaio di Talèfre

Ecco la nostra meta col versante di discesa

Ed ecco il pendio del Col des Droites, in comune con la normale delle Courtes

E il nostro percorso con il bivacco sull’ultimo tratto nevoso a 3600m

Il tratto roccioso sommitale: tratto “chiave” della salita. La linea di salita è piuttosto libera. Diciamo che se si trova qualcosa oltre il III+ si è fuori via… ;-)

La bella Punta Isabella, classica sci alpinistica

Fastidiose e preoccupanti nebbie

Ale sorridente

Ma all’improvviso d’incanto tutto si apre come per magia

Noi abbiam ancora energie per continuare, ma ci leghiamo

Buongiorno buongiorno, mi chiamo Francesco,...

Caldi o non caldi…si parte subito bene

WOW

Però il “pesce” sul Bianco è di solito di brutto presagio meteorologico…

Magnifiche Jorasses

Neve e roccia

Bel ripido

Un simpatico camino con un fungo di ghiaccio da affrontare con le picche

Courtes e Combin

Bei passi

Torrioni sommitali

Sulla neve


Manca poco

Vai Ale!

Proprio l’ultimo blocco…anzi…quella è la vera vetta ;-*

Verso la Verte…meglio andare

Il versante di salita col tratto nevoso finale

Vetta

Doppie



Il cielo si riapre

Sul ripido ghiacciaio di Talèfre


Dedalus

Un altro bivacco qua aspettando che smetta? Nooooo…stavolta meglio il rifugio

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Ultima modifica: da Franz Rota Nodari.

Re: Dritti alle DROITES (4000 m) con bivacco 10/08/2012 17:20 #1127

Caro Franz,
Innanzitutto complimenti per il bel reportage fotografico, poi un bravo per la salita, con tanto di bivacco. Fai un'alpinismo d'altri tempi!

Come scrivevo in un altro post, non ho conoscenza di quella zona e dunque le foto mi hanno dato un'idea del luogo ... bello e selvaggio.

Raffaele

P.S. Ti scrivo più tardi una e-mail per info sulla Lenzspitze e appena ho un po' più di tempo risponderò anche al tuo post riguardante il viaggio in California ... che mi ha fatto riaprire il cassetto dei ricordi. Ciao!

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.359 secondi
Powered by Forum Kunena