Straordinario exploit di Simone Origone

Simone Origone, 28 anni, guida alpina di Champoluc, è noto come campione mondiale di kilometro lanciato sugli sci con 251,4 km/ora raggiunto nel 2006 sulle piste di Les Arcs.
Simone però non è solo un superman dello sci ma è anche uno inaspettato sky-runner, come ha dimostrato con un originale concatenamento di vette di 4000 metri, utilizzando in parte anche gli sci negli spostamenti.
Partito alla mezzanotte del 7 settembre 2007 dalla Capanna Gnifetti, ha toccato, in 12 ore e 40 minuti, tutte le 20 (18 per l'elenco UIAA) vette del Rosa sopra i 4000 metri: Punta Giordani, Piramide Vincent, Balmenhorn (extra UIAA), Corno Nero, Ludwigshohe, Parrot, Punta Gnifetti, Zumstein, Punta Dufour, Nordend.
Dalla Nordend è quindi ritornato sulla Punta Dufour e sulla Zumstein e, dai piedi di questa vetta, calzati gli sci, è sceso alla base del Naso del Lyskamm ed ha salito il Naso (extra UIAA), i Lyskamm Orientale e Occidentale, Castore, Polluce, Roccia Nera e quattro punte dei Breithorn.
Dal Breithorn Occidentale è sceso, sci ai piedi, a Plateau Rosa proseguendo sul ghiacciaio fin sotto la parete est del Cervino. Abbandonati gli sci a quota 3000 metri, è salito lungo la cresta dell'Hornly al Cervino che ha raggiunto, in 4 ore di salita, alle ore 17,40. In totale perciò il suo bottino è stato di 21 vette (19 UIAA) di 4000 metri in meno di 18 ore: notevole exploit.
Simone ha così dimostrato di essere veloce anche in salita e non solo in discesa. È stato, ricordiamo, quattro volte campione del mondo del kilometro lanciato (“speed skiing”).
Lungo tutto il percorso è stato accompagnato ed aiutato dalle guide alpine di Champoluc: Adriano Favre (logistica), Marco Spataro (fotografo), Stefano Percino (rifornimenti), Daniel Guglielmino (salita al Cervino), e il fratello Ivan (rifornimenti sul Breithorn).

(Fonte: www.simoneorigone.it , www.montagna.tv)

LR-6.10.2007