Le perle del Brenta

Le più belle vie classiche e moderne nelle Dolomiti di Brenta

   Le perle del Brenta 2 (Copertina)

Autore: Franco Nicolini


Editore: Alpine Studio (Lecco)

Prima edizione italiana: Maggio 2015


Formato: cm 13x19 – pagine 207 – Brossura – Illustrazioni: foto colori e schede tecniche

Le Dolomiti di Brenta sono un luogo magico sia per il semplice escursionista che per tutti gli amanti dell’avventura, siano essi alpinisti, arrampicatori, parapendisti o spericolati base-jumpers. Il motivo di questa magia sono le erte pareti che costituiscono un complesso ed articolato sistema di cime che, con una certa continuità, formano il vasto gruppo del Brenta. E’a questo settore delle Dolomiti che Franco Nicolini (Membro del Club 4000) dedica questa guida, che tratta quelle che l’autore definisce “Le perle del Brenta”, ovvero le più belle vie classiche e moderne. Gli itinerari corrono lungo pareti di diverse montagne, alcune celebri come il Campanile Basso, altre meno note a chi non è del luogo. Sfogliando le pagine di questo volume pare di percepire l’odore “acidulo” della Dolomia, materia di cui è plasmato quel mondo verticale che è il Brenta, che Cesare Maestri, il famoso “Ragno delle Dolomiti”, nella sua prefazione definisce “il più bello di tutte le Dolomiti!”. In questa guida, chiara, semplice ed esaustiva, si trovano diverse indicazioni tecniche: i gradi di difficoltà della vie, il loro sviluppo, il materiale necessario, il tipo di chiodatura e l’itinerario per raggiungere l’attacco. Inoltre, per ciascun itinerario non mancano i nomi dei primi salitori e la data dell’apertura della via. Il maggior pregio del libro risiede nell’iconografia, in quanto ogni arrampicata gode di un disegno particolareggiato con indicati i singoli tiri e relativi gradi di difficoltà, nonché di foto sulle quali sono tracciate ed evidenziate le vie, che facilitano l’individuazione. Sono proprio le vie nascoste, quelle che rendono pregevole questo libro, che svela i diedri, gli spigoli, le fessure e altri anfratti lungo i quali sono state tracciate bellissime vie, che spesso sfuggono allo sguardo. Circa la competenza dell’autore, vale la pena sottolineare che Franco Nicolini è noto ai più per alcuni exploit di alpinismo estremo, quali il concatenamento di tutti i 3000 delle Dolomiti, e quello di tutti i 4000 delle Alpi in soli 60 giorni (record tuttora imbattuto). Nicolini è guida alpina e insieme alla sua famiglia gestisce il Rifugio Pedrotti sito proprio nel cuore delle Dolomiti di Brenta. Dunque un grande conoscitore di questo complesso territorio, ma soprattutto un sincero “innamorato” di queste montagne, tanto che mi permetto di dire, che Nicolini è forse il nuovo “Custode del Brenta”, ruolo simbolico che fu del leggendario Bruno Detassis.

 

Raffaele Morandini

(Ottobre 2015)