News del Club

Secondo Incontro Annuale del Gruppo "Club 4000"

Il Club 4000, Gruppo della Sezione di Torino del CAI, ha tenuto sabato 24 novembre 2007, presso il Centro Incontri del CAI al Monte dei Cappuccini, il suo Incontro Annuale (Assemblea e Cena Sociale), con il patrocinio del Comune di Torino. A questo Incontro hanno partecipato molti soci provenienti da diverse sezioni italiane e dall'estero, che hanno potuto ammirare la “1° Mostra Fotografica “ dedicata ai 4000 con foto dei membri del Club 4000.

mostra_fotografica
Si ammirano le foto della mostra fotografica
 

Nel corso dell'incontro sono stati presentati e messi a disposizione di tutti gli amanti della montagna alcuni gadget con il logo del Club 4000: adesivi, vetrofanie, T-shirt, distintivi di stoffa. E' stato inoltre presentato il bellissimo “Calendario 2008” prodotto con alcune delle foto più belle di 4000 delle Alpi tratte dal “Concorso Fotografico” promosso dal Club 4000.

Dopo il saluto della Presidente del CAI-Torino, Daniela Formica, ha svolto la sua relazione il Presidente del Gruppo, Luciano Ratto, che ha presentato la situazione del Gruppo, che conta oggi 220 membri di 13 Paesi diversi e di 40 Sezioni del CAI, cresciuto in un solo anno di 45 membri (+26%). Ratto ha ricordato tutte le iniziative realizzate nell'anno trascorso ed ha esposto il programma futuro del Gruppo che prevede, tra l'altro, nel luglio 2008, la prima gita sociale al Monte Bianco organizzata dal Gruppo, assieme alla Sezione.

Su proposta del Consiglio Direttivo l'Assemblea ha poi acclamato membro onorario del Gruppo Flavio Melindo, in riconoscimento del suo costante ed appassionato impegno. E' seguita la presentazione in power-point da parte di Giambattista Parigi, socio di Pavia, del video “Il Club 4000 in cifre”, consistente in una serie di elaborazioni statistiche in base alle salite realizzate dai membri sugli 82 quattromila ufficiali delle Alpi. Il testo della relazione è disponibile sul sito.

panorama_Torino
Il panorama di Torino dalla terrazza del Museomontagna
luciano_daniela_morandini
Il socio Morandini (a dx) posa con Daniela Formica, Presidente del CAI Torino, e con Luciano Ratto

In sede di discussione si sono registrati molti interventi interessanti sui risultati raggiunti, sulle nuove iniziative in programma e sul coinvolgimento del Gruppo nella tutela dell'ambiente montano (Piccolo Cervino, Walser Express, Funivia del Monte Bianco).

La serata si è conclusa con la Cena Sociale nel ristorante del CAI annesso al Centro Incontri, in un clima di grande cordialità e allegria.

taglio_torta
Daniela Formica (a sin.) taglia la "torta di compleanno" con l'aiuto di Lodovica Litro

Premio europeo della cultura a Lodovico Marchisio

Il "Premio Europeo della Cultura del Colle del Moncenisio" (21-22 luglio 2007) è stato assegnato a Lodovico Marchisio, membro del Club 4000".
Il tema di quest'anno, che più di 70 scrittori, convenuti da molte parti della Francia e dell'Italia, dovevano redigere “improvvisando sul momento” in un tempo massimo di due ore, era il seguente:

“ Quando il tempo è bello e sono libero, mi piace camminare coi miei ricordi per i sentieri e le strade del bosco: osservo, ascolto, anche i segnali che la natura mi manda nel corso delle stagioni e degli anni. Ma quando mi faccio accompagnare da amici...la passeggiata diventa più meditativa ed intensa; Quanti compagni di strada non sono più presenti fisicamente, i loro corpi sono rimasti in posti lontani, sulle montagne o nella steppa, senza sepoltura: nel cimitero di un villaggio di campagna con una semplice croce o in città sotto una lapide e qualche fiore... con loro cammino, parlo ed i ricordi tornano a galla.”

Ebbene questo tema ha visto vincitori, per la Francia Yannick Barbe, premiato dall'Assessore di Novalesa Matteo Ghiotto, in rappresentanza del Sindaco, che ha offerto al vincitore il diploma d'onore e un soggiorno di una settimana per 4 persone a Novalesa; per l'Italia ha vinto Lodovico Marchisio, premiato dal Sindaco di Lanslebourg Jean Pierre Jorcin, che ha offerto al vincitore un soggiorno di una settimana per 4 persone a Lanslebourg e il diploma d'onore.

Del ricco curriculum di Lodovico diamo una sintesi.
Scrittore e alpinista, ha al suo attivo 20 libri di montagna di cui 14 guide, 5 autobiografici e 1 libretto di poesie. È Accompagnatore d'Escursionismo diplomato dal CAI. Scopritore in Val Susa di un Sentiero Balcone (Sentiero degli Orridi), riapritore con il CAI Pianezza di un sentiero franato sopra le Cascate di Novalesa e promotore del costituendo Parco della Dora. Responsabile Commissione TAM per il CAI Sezione di Pianezza. Socio Onorario GAE (Guide Ambientali Escursionistiche). Socio Accademico del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna) e de Les Auteurs Associes de la Savoie e de l'arc Alpin.
Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana nell'anno 2001 conferitogli dal Presidente della Repubblica per grandi meriti al valor civile.
Giornalista e Pubblicista, è membro della Redazione di “Monti e Valli”, rivista del CAI Sezione di Torino. Collabora altresì con molte riviste e giornali specializzati di montagna.

(L.R. - Settembre 2007)

-------------------------

Il testo di Lodovico Marchisio che ha vinto quest'ambito premio

Una brezza leggera raccoglie l'alito indistinto del vento. Non ci sono profumi, né fiori nell'aria tersa del mattino. Solo ricordi, rimarcati dal calpestio dei passi affrettati, assenti! Questo lieve rumore cancella i ricordi che affiorano stanchi, impercettibili per ora.

Ê l'alito del torrente in pieno disgelo che crea suoni dapprima incomprensibili ma che nel silenzio assumono una voce strana, indistinta, inconsueta. Essa affiora e prende vita sotto la spinta possente del tuono che compone nel suo rombante urlo, un grido d'aiuto raccolto e trascinato dalla luce del fulmine che lo precede. Da questo simposio di suoni, un flash di ricordi sopiti dal tempo, riaffiorano. Guardo in direzione del temporale e da un effimero arcobaleno che spunta dal fondovalle, assumono forma dei volti e una croce. Il respiro affannoso che mi accompagna nella corsa verso quel richiamo è come una luce improvvisa che mi indica l'incerto cammino del dopo e mi trascina il corpo, ora plasmato dalla mente e dal cuore.

Tutt'attorno sento ora distinte le voci dei morti, strozzate dall'ultimo grido della valanga lontana, accompagnate da un'orchestra di suoni: l'allodola, l'allocco e le ranocchie dello stagno che assemblano queste note per proiettarle all'unisono verso il nascente arcobaleno, che come tutte le cose effimere della vita si dissolve con la stessa velocità con cui è comparso, lasciando un segnale indistinto e incompiuto!

Lodovico Marchisio

Superati i 200 membri del Club!

Il 14 settembre il nostro Club ha raggiunto e superato, prima del previsto, l'importante traguardo dei 200 membri che ci eravamo prefissi per quest'anno. È questo un motivo di grande soddisfazione per tutti noi.

Per una singolare coincidenza, così come la tessera n° 100 era stata di un'alpinista donna, Marisa Ferrero, il duecentesimo socio è un'altra donna, Silvia Mazzani, che ha aderito al Gruppo Club 4000 assieme a suo marito, l'accademico del CAI Alberto Rampini.

Purtroppo la soddisfazione per questo traguardo è stata rattristata dalla notizia della morte (aveva 14 anni) della nostra seconda mascotte canina Uli Biaho, che aveva preso il posto della prima, sua madre Inty Raimi . Entrambi erano compagni di vita e di montagna dei citati Silvia e Alberto.

Attendiamo ora una nuova mascotte degna delle prime due.

(L.R. - Settembre 2007)

On-line l'elenco dei 4000 saliti

Nell'elenco dei membri del Club, cliccando sul N. "4000", è possibile accedere all'elenco dei 4000 saliti dal singolo socio, in base ai dati in possesso della Segreteria. Purtroppo non tutti i dati sono aggiornati! Il socio che notasse una differenza fra tale elenco e le salite effettivamente fatte, è pregato di segnalarlo alla Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., meglio se utilizzando la scheda apposita.

(luglio 2007)

È arrivato l'adesivo del Club 4000!

Adesivo3

È stato realizzato un adesivo che i nostri soci e simpatizzanti potranno attaccare sul vetro dell'auto o nei rifugi visitati. Il disegno, riportato qui a lato, tiene conto anche delle preferenze espresse dai soci nel corso della cena sociale dello scorso autunno.

L'adesivo è disponibile presso la sede del CAI Torino in via Barbaroux 1 o al Centro Incontri al Monte dei Cappuccini, via Giardino 48, al prezzo di 1 €.

I soci riceveranno l'adesivo insieme alla tessera.

(14 giugno 2007)