2008/05/11 - RIMPFISCHORN: sci-Alpinistica vallese

Di più
14/05/2008 13:18 #304 da Franz Rota Nodari
COM_KUNENA_MESSAGE_CREATED_NEW
Ancora in Vallese, ancora con gli sci, ma stavolta anche con testa e corda. Visto e progettato dal Bishorn due settimane fa, era questa una meta che già dall'estate scorsa (salito a Ottavan per il Taschorn) mi solleticava. Siamo in 4: una cordata disomogenea: io e Arsenio con gli sci, Marta e Marcello con le ciaspole. Partenza sabato dopo pranzo. Alle 17 siamo a 1900, dove si lascia l'auto per Ottavan da Tasch. Il tempo è buono nonostante le previste condizioni da noi. La strada è parzialmente innevata, ma saliamo con gli sci in spalla anche noi. Segue il ripido sentiero completamente secco (sappiamo però che scenderemo sul fondo del vallone con gli sci) che porta all'accogliente completamente rinnovato Taschhutte. Cena discreta ma buon trattamento. L'indomani si parte con cielo inizialmente stellato. Ma appena albeggia si vedono delle nuvole fantozziane su Alphubel, Allalinhorn e Rimpfischorn. Si perdono 100 metri, il tempo di pensare al maltempo e si apre il cielo in un delirio di colori sulle più alte cime del Vallese. Verso Sud però, dei minacciosi nuvolosi da sbarramento favonico ci intimoriscono. Arriviamo alla sella 3990 dove lasciamo gli sci assolutamente nei tempi. Si parte per la via di misto. Un canalino ben pestato io e Arse lo affrontiamo con un sol rampone causa mia dimenticanza (;-( ) , ma ecco che subito traversando a sinistra si tocca la roccia e non la si molla più fino in cima. Qui comincia il divertimento e si parte per la cresta integrale con passaggi di II-III quasi completamente asciutti. Marcello e Marta sono poco distanti sotto di noi tendenzialmente su neve (e ghiaccio: anche delle viti per far sosta). Procediamo ma il tempo come sempre in questi ambienti scorre inesorabile. Le nuvole minacciose hanno deciso di venirci a trovare proprio ora e in breve siamo avvolti nella nebbia e in un fastidioso nevischio. Giunti in vetta, il tempo di una stretta di mano e un bacio e giù. Dopo un primo tratto, optiamo per le doppie (7 da 30 metri) che ci conducono al deposito degli sci. Intanto il cielo sembra cambiare e quando io e Arse stiamo "ululando" nei primi 300 metri di farinetta (fresca) esce il sole. Ci aspetta ora una discesa libidinosa su neve marciotta al punto giusto. Paghi della salita e dell'inaspettato sole. Marta e Marcello seguono a ruota. Le indecisioni iniziali circa la visibilità ci fanno optare per seguire tracce altrui e non avventurarci in incognito: "metti che si ricopre". Questo ci ruberà gli ultimi 200m di discesa causa rapida fusione e deterioramento della neve. Rimontati gli sci aspettiamo gli altri per ritornare allegri alle macchine.
Gran bella gita, gran bella sciata, gran bella compagnia. Insomma il solito! Ma stavolta un bravo a Marta tornata in quota dopo tempo e a Marcello per la pazienza con cui l'ha seguita lungo tutto l'itinerario. Ah, anche ad Arse ovviamente che se l'è ben cavata sulla cresta.

Ad Ottavan verso la Taschutte


La meta dell'indomani dalla capanna


Per la gioia di Arse, la cameriera della capanna. Il giorno rinsavirà?
Notare lo stile hightech.


Serata


L'indomani la nostra meta si avvicina


E dietro di noi i giganti vallesani


Si arriva al colle comodamente con gli sci





E da qui il panorama spazia sul Monte Rosa


Ora, mollati gli sci, un pezzo di canale e su per cenge e crestine divertenti


Il canale superiore con a destra la cresta rocciosa


Arse e Marta. Il tempo decide di guastarsi, ma i soci non demordono.


Arse in cresta. Marta e Marcello a destra su neve.


La scenica anticima. Peccato per la visibilità. Dietro si immagina il Rosa ;-)


Lungo la discesa il tempo sembra voler migliorare.


Ed eccoci a ululare su neve marciotta bellissima


?e giù verso valle.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
15/05/2008 19:35 #305 da Marco Tatto
COM_KUNENA_MESSAGE_REPLIED_NEW
Ciao Franz, noi, meno "duri e puri" di te, l'abbiamo salito l'anno scorso dalla Britannia :mrgreen: Era fine giugno e la cresta finale era molto più carica di neve (bisognava quasi "ramazzare" i passaggi per trovare gli appigli...). Bellissime, come sempre le foto!!

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.278 secondi
Powered by Forum Kunena