Alphubel - 28 giugno 2009

Di più
02/07/2009 15:08 #478 da Andrea Varesio
COM_KUNENA_MESSAGE_CREATED_NEW
Domenica 28 giugno
Paolo Brunatto ed io lasciamo il rifugio alle 4:45, ramponi ai piedi alle 5. Dal rifugio collocato su una spalla rocciosa si taglia a mezzacosta verso destra passando sopra al laghetto. Il pistone si snoda in modo intuitivo aggirando grossi seracchi. Per le prime 2 ore la direzione è verso la cresta in fondovalle. Guadagnata una spalla sotto la punta a quota circa 3750 invece di guadagnare la cresta come indicato in alcune relazioni si gira decisamente a destra portandosi sotto alla punta, facendo attenzione a qualche crepaccio. Data la quantità di neve i crepacci sono abbastanza chiusi ma la temperatura è alta e spesso si sfonda: prestare attenzione. La salita alla punta è in massima pendenza (40 gradi) passando in mezzo a due seracchi.
La salita è faticosissima per la neve abbondante e molle. Nonostante siano le 8:30 si sprofonda di 40cm e si deve salire sfruttando le alte impronte di discesa. Si superano poi 2 o 3 crepacci terminali facendo ampi zig zag, prestare attenzione in particolare al primo che è ampio e la neve scioglie rapidamente. Da quota 4100 la salita è banale. Arrivo in punta 10:30.
La discesa non ha comportato difficoltà. Faticosa anche la discesa a causa della incosistenza della neve. Attenzione va prestata negli atrtaversamenti dei crepacci perchè la neve abbondante non sempre sostiene il peso e contemporaneamente inganna l'occhio per la collocazione dei crepacci. Tempo di discesa 2h30.
Si consiglia di partire ancora prima delle 4:30 per cercare di trovare condizioni di neve più dura di quanto abbiamo trovato.

Andrea Varesio

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.202 secondi
Powered by Forum Kunena